Più che moderno, contemporaneo. Riegl e la tutela del patrimonio culturale nell’ultima decade

  • Simona Salvo

Resumen

Nonostante sia trascorso più di un secolo dalla pubblicazione, il Moderne Denkmalkultus occupa ancora oggi un ruolo preminente nella cultura internazionale della conservazione, specie se in considerazione della scala globale che questa ha assunto nell’ultimo decennio. Già considerato quale vero e proprio pilastro teorico e metodológico su cui si fondano i concetti di monumento, di memoria e di patrimonio che strutturano il panorama culturale occidentale, il pensiero di Riegl non è affatto invecchiato, anzi continua ad offrire spunti di riflessione nonostante le coordinate della tutela mondiale oggi debordino ben oltre i confini geo-culturali europei e si riferiscano a riferimenti assiologici e filosofici profondamente mutati rispetto al passato. Le ragioni di questa affinità fra la riflessione dell’intellettuale austriaco e i temi attuali della conservazione della memoria si rintracciano essenzialmente nell’avanguardismo spiccato del suo pensiero. Riegl, infatti, si spinse oltre i confini storico-critici che la cultura europea aveva imposto alla disciplina del restauro nel corso dell’Ottocento e gettò le basi di una cultura consapevole e aggiornata ai tempi, in aperto dialogo con una società in forte trasformazione, la cui capacità culturale andava maturando in proporzione al suo stesso sviluppo. Ciò che ancora oggi meraviglia del pensiero di Riegl riguarda la perdurante attualità della sua ‘teoria dei valori’ che, già all´inizio del Novecento, evidenziava la relazione fra cultura contemporanea e oggetti del passato, incentrata sulle reazioni emotive, affettive o intellettuali che stimolano nell’individuo e nella collettività. Per queste e altre ragioni può essere utile ritessere le fila dei discorsi che tutt’oggi inducono a ricorrere a Riegl e al suo Denkmalkultus, fra i riferimenti teorici e letterari più citati, richiamati e amati della letteratura sulla tutela della memoria.

Citas

Bacher, Ernst (1995) “Vorwort”, in: Kunstwerk oder Denkmal? Alois Riegls Schriften zur Denkmalpflege, Böhlau, Wien-Köln-
Weimar.

Carpo, Mario (2007) “The Post-Modern Cult of Monuments”, Future anterior 4 (5): 51-62.

Choay, Françoise (1992) L’allégorie du patrimoine, Editions du Seuil, Paris.

Choay, Françoise (1995) “Riegl, Freud e i monumenti storici. Per un approccio “societale” alla conservazione”, in: Sandro
Scarocchia (a cura di), Alois Riegl: teoria e prassi della conservazione dei monumenti. Antologia di scritti, discorsi, rapporti 1898- 1905, con una scelta di saggi critici, Accademia Clementina, Clueb, Bologna, pp. 455-465.

Convenzione di Faro (2005) Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore dell’eredità culturale per la società [https://goo.gl/UFHJf5] (consultato il 20 gennaio 2018).

Frodl, Walter (1987) “Wandlungen im Konzept der Denkmalpflege in letzen halben Jahrhundert”, Denkmalschutz Informationen, 11; in: Donatella Fiorani (a cura di), Il restauro architettonico nei paesi di lingua tedesca. Fondamenti, dialettica, attualità, Bonsignori, Roma, pp. 119-122.

Frodl, Walter (1995) “Concetti valori di monumento e il loro influsso sul restauro”, in: Sandro Scarrocchia (a cura di), Alois Riegl:teoria e prassi della conservazione dei monumenti. Antologia di scritti, discorsi, rapporti 1898-1905, con una scelta di saggi critici, Accademia Clementina, Clueb, Bologna, pp. 401-422.

Giannattasio, Caterina (2010) “Lo spazio esistenziale e l’istanza psicologica: attualità del pensiero di Roberto Pane”, in: Stella Casiello, Andrea Pane, Valentina Russo (a cura di), Roberto Pane tra storia e restauro. Architettura, città, paesaggio, atti del Convegno Nazionale di Studi, Napoli 27-28 ottobre 2008, Marsilio, Venezia, pp. 154-158.

Grimoldi, Alberto (2005) “Traduzioni e traduttori: le parole e la cosa”, Ananke (74): 13-18.

Grubser, Michael (2005) “Time and history in Alois Riegl’s theory of perception”, Journal of the history of ideas 66 (3): 451-474.

Harrer, Alexandra (2017) “The legacy of Alois Riegl: material authenticity of the monument in the digital age”, Built heritage (2):29-55.

Jokilehto, Jukka (1999) A history of architectural conservation, Butterworth Heinemann, Oxford.

Jokilehto, Jukka (2006) “Preservation theory unfolding”, Future anterior III (1): 1-9.

Jokilehto, Jukka (2015) “Conservation ethics from Riegl’s time to the present”, Modern conservation (3): 11-23.

Korth Thomas (1983) “Denkmalpflege. Uberlegungen zum Hundertjärigen bestehen eines begriffs”, Deutsche Kunst und Denkmapflege 41 (2): 2-9; in: Donatella Fiorani (a cura di), Il restauro architettonico nei paesi di lingua tedesca. Fondamenti,
dialettica, attualità, Bonsignori, Roma, pp. 43-52.

Riegl, Alois (1901) Die_ spätrömische Kunst-Industrie_ nach den Funden in Österreich-Ungarn im Zusammenhange mit der Gesamtentwicklung der Bildenden Künste bei den Mittelmeervölkern, Edizioni dello Stato Austriaco, Vienna.

Riegl, Alois (1905) “Neue Strömungen in der Denkmalpflege”, in: Mitteilungen der K. K. Zentralkommission für Erforschung
und Erhaltung der Kunst- und historischen Denkmale, 3, pp. 85-104; trad. it. “Nuove tendenze nella conservazione”, in: Sandro Scarocchia (a cura di), Alois Riegl: teoria e prassi della conservazione dei monumenti. Antologia di scritti, discorsi, rapporti 1898-1905, con una scelta di saggi critici, Accademia Clementina, Clueb, Bologna, pp. 291-302.

Scarrocchia, Sandro (1995) Alois Riegl: teoria e prassi della conservazione dei monumenti. Antologia di scritti, discorsi, rapporti 1898-1905, con una scelta di saggi critici, Accademia Clementina, Clueb, Bologna.

Scarrocchia, Sandro (2006) “La ricezione della teoria della conservazione di Riegl fino all’apparizione della teoria di Brandi”, in: Maria Andaloro (a cura di), La teoria del restauro da Riegl a Brandi, atti del convegno internazionale, Viterbo 12-15 novembre 2003, Nardini, Firenze, pp. 305-332.

Scarrocchia, Sandro (2008) “La ricezione di Riegl in Italia dalla Carta di Venezia ad oggi”, in: Alois Riegl (1858-1905). Un secolo dopo, atti dei Convegno dei Lincei, Roma 30 novembre - 2 dicembre 2005, Bardi, Roma, pp. 35-50.
Schmitz, Hermann (2016) “Atmospheric spaces”, Ambiances, online [http://ambiances.revues.org/711] (consultato il 27 dicembre 2017).

Thordis, Arrehnius (2004) “The cult of age in mass-society: Alois Riegl’s theory of conservation”, Future anterior 1 (1): 75-81.

Tomaszewski, Andrzej (2005) “I valori immateriali dei beni culturali nella tradizione e nella scienza occidentale”, in: Simonetta Valtieri (a cura di), Della bellezza ne è piena la vista! Restauro e conservazione alle latitudini del mondo nell’era dellaglobalizzazione, Atti del convegno, Reggio Calabria 10-12 luglio 2003, Nuova Argos, Roma, pp. 30-55.
Publicado
2018-09-27
Cómo citar
Salvo, S. (2018). Più che moderno, contemporaneo. Riegl e la tutela del patrimonio culturale nell’ultima decade. Conversaciones Con., (5), 319-326. Recuperado a partir de http://revistas.inah.gob.mx/index.php/conversaciones/article/view/12649